Contattaci: 0044 207 0962 735

Our Blog

Brexit, impennata dei valori immobiliari

Brexit impennata dei prezzi dei valori immobiliari

brexit impennata dei prezzi dei valori immobiliari

Brexit impennata dei prezzi dei valori immobiliari

Sale la fiducia, aumentano i valori degli immobili e degli affitti.

Gli ultimi dati sugli investimenti del mercato immobiliare, sopratutto di Londra, rivelano un fenomeno inaspettato, in controtendenza rispetto alle aspettative degli esperti del settore immobiliare.

Lo scorso anno, prima del referendum sull’uscita dall’Europa gli addetti del settore e gli analisti finanziari lanciavano l ́allerta di un crollo dei prezzi degli immobili, scatenando paure sopratutto sugli investitori stranieri.

A sei mesi dal Referendum si vedono gli effetti reali del divorzio non ancora avveuto dall´Europa.

I prezzi aumentano, in particolare nelle regioni a favore del Brexit.

I dati dell´ ONS (istituto nazionale di statistica) hanno rivelato i movimenti del mercato immobiliare regione per regione dopo il Brexit alla data del 14 febbraio 2017; l´effetto Brexit é lampante, il prezzo degli immobili aumenta più velocemente nelle regioni che hanno votato SI.

Le tre regioni che hanno votato NO, hanno subito il tasso più lento di crescita del valore immobiliare. L´aumento del valore a Londra e nell´Irlanda del Nord é stato limitato.

I prezzi degli immobili sono aumentati in media del 3% da giugno 2016, tuttavia l´aumento più alto e’ stato riscontrato nelle regioni orientali, che hanno votato a favore del Brexit ed hanno visto un impennata dei valori immobiliari del 4.25%.

Evidentemente, chi ha votato per l´uscita dall´Europa vede il futuro con più certezza e ottimismo, sentimento che si riflette e spiega l’aumento del valore del prezzo degli immobili.

Dopo il Brexit, la fiducia sulla prospettiva di crescita del settore immobiliare é elevata.

Come rivela l´indice nazionale, relativo a febbraio siamo al settimo mese consecutivo di crescita dei prezzi immobiliari, la prospettiva di crescita é ora al massimo livello dalla data del Referendum; e le previsioni per i prossimi 12 mesi e’ di per un ulteriore aumento dei prezzi.

Gli investimenti immobiliari hanno avuto un effetto trascinante su:

  • i livelli di occupazione, che sono a livelli record
  • gli stipendi sono aumentati più velocemente dell´inflazione
  • le percenuali di fallimenti e’ al record minimo
  • le previsioni di crescita economica sono in aumento

 Il numero degli investitori immobiliari in contanti sono i più alti da dieci anni a questa parte.

Gli acquirenti di immobili in contanti (senza mutuo) ha raggiunto il livello più alto a gennaio 2017 dopo l’ultimo record nel 2007. Il 61% degli investitori immobiliari ha investito in contanti senza bisogno di un mutuo, nel 2007 era il 41% e nel 2010 del 58%.

Gli investimenti a scopo di messa a reddito comportano l’aumentano dei canoni di affitto

A gennaio 2017, gli affitti sono saliti del 2.6% rispetto all´anno precedenti. Più di un terzo dei proprietari ha aumentato il canone di locazione per i nuovi contratti. Gli affitti sono aumentati più velocemente nelle seguenti regioni:

  • Galles
  • Sud-Est
  • Est dell´Inghilterra

Per ulteriori informazioni delle aree con la piu’ alta redditivita’ per la messa a reddito scrivere a [email protected]

 

Brexit impennata dei prezzi dei valori immobiliari

C Puiut

No Comments

Leave a Comment